Nuovo esonero contributivo triennale per assunzioni di Under 35

Tra le novità più rilevanti introdotte dalla Legge di Stabilità 2018, c’è sicuramente l’esonero contributivo triennale per l’assunzione a tempo determinato di giovani Under 35. La legge prevede, per un periodo massimo di 36 mesi, uno sgravio contributivo pari al 50%, con esclusione dei premi INAIL, nel limite massimo di importo pari a 3.000 euro annui, per i datori di lavoro privati che assumono con contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti lavoratori di età inferiore a 35 anni, a partire dal 1° gennaio 2018 fino al 31 dicembre 2018 e di età inferiore a 30 anni, se l’assunzione viene effettuata dal 1° gennaio 2019 in avanti (con esclusione delle assunzioni con contratti di lavoro domestico e apprendistato).
Per poter essere assunti con sgravio, i giovani non devono aver avuto, con il datore che assume o con altro, alcun rapporto a tempo indeterminato. L’esonero non è cumulabile con altri incentivi previsti dalla normativa ed è riconosciuto nel rispetto delle condizioni generali di fruizione degli sgravi, di cui all’art. 31 del D. Lgs. n. 151/2015.
Il datore di lavoro non deve aver operato licenziamenti individuali per GMO o licenziamenti collettivi nei sei mesi precedenti la fruizione dello sgravio nella medesima unità produttiva in cui si procede con l’assunzione agevolata e lo sgravio viene revocato, e recuperato il periodo fruito, in caso di licenziamento per GMO del lavoratore assunto o di un altro lavoratore con la medesima qualifica dell’assunto, occupato nella stessa unità produttiva, nei sei mesi successivi all’assunzione.
Le modalità operative di accesso e fruizione dello sgravio saranno definite con una circolare INPS di prossima emanazione.

Share Post


vulputate, diam Aenean id Lorem justo tempus Phasellus ut tristique consequat.